Le organizzazioni criminali più potenti del mondo

Obiettivo delle mafie è il monopolio delle attività criminali, siano esse locali o internazionali

Nel mondo esistono tantissime organizzazioni criminali potenti e ricche che probabilmente non tutti conoscono ma che hanno un potere offensivo non indifferente. In Italia si sente parlare spesso di Mafia, Camorra, Ndrangheta e Sacra Corona Unita ma purtroppo nel mondo ci sono tante altre organizzazioni criminali che fanno venire i brividi solo a nominarle.

Il cartello di Sinaloa (Messico)

Il Cartello di Sinaloa, conosciuto anche come Cartello del Pacifico o Organizzazione Guzmán-Loera è un cartello di trafficanti di droga di origini messicane. Fondata nel 1989 nella città messicana di Culiacàn, nello stato di Sinaloa, opera in numerosi altri stati sudamericani, statunitensi ed internazionali tra cui in Europa l’Italia, la Spagna, la Russia e la Germania, poi l’Australia e la Nuova Zelanda e le Filippine. Tra i suoi volti più noti Joaquin "Chapo" Guzmán, definito nel 2013 "nemico pubblico numero 1" dalla Commissione Crimine di Chicago. Il cartello si occupa di spaccio di cocaina, eroina, metaanfetamine, marijuana ed MDMA, ma tra i crimini commessi conta anche omicidi, corruzione e riciclaggio di denaro.

Yakuza (Giappone) 

La Yakuza è la principale organizzazione criminale giapponese, estesa anche in tutta l’Asia e negli Stati Uniti. La Yakuza è uno tra i più pericolosi e potenti gruppi criminali al mondo, oltre ad essere sicuramente il più ricco in assoluto, grazie alle numerose attività di estorsione, gioco d’azzardo, prostituzione e traffico di armi e droga esercitate. Una delle loro attività preferite è il ricatto di alti dirigenti aziendali in modo da influenzare il prezzo di azioni sui mercati regolamentati. Molti gruppi si sono spinti fino ad acquistare un piccolo numero di azioni di una grande corporazione per poter accedere alle riunioni del consiglio di amministrazione, dove gli inviati della banda commettevano atti di aperta intimidazione nei confronti dei soci a scopo di estorsione. Purtroppo questi fatti non venivano quasi mai denunciati. La peculiarità fisica, caratteristica di questa organizzazione, è che ai suoi affiliati viene asportata la prima falange del dito mignolo, con un rituale che si chiama yubitsume (“taglio cerimoniale”).

Triade (Cina) 

La Triade è un’organizzazione criminale cinese nata ad Hong Kong che attualmente opera anche in Nuova Zelanda, Macao, Taiwan, Nord America, Estremo Oriente, Australia e in tutte le chinatown europee. Tra i gruppi più grandi e potenti che la compongono ci sono Sun Yee On, Wo Shing Wo e 14K. Le principali attività illecite della Triade sono basate su riciclaggio di denaro, traffico di droga, gioco d’azzardo, racket, prostituzione e contrabbando di tabacco. Abbondanti introiti provengono anche dalla contraffazione di programmi per PC, CD musicali e film in DVD e dal riciclaggio di denaro sporco proveniente da operazioni immobiliari.

Fratellanza Solncevskaja (Russia) 

La Fratellanza Solncevskaja o Solncevskaja Bratva è uno dei più potenti tra i gruppi criminali della mafia russa ed è originario di Mosca. Attualmente opera in oltre 32 Paesi del Mondo tra cui Sud Africa, Nord America ed alcune nazioni dell’UE e le principali attività illecite sono il traffico di armi, omicidi, traffico di esseri umani, prostituzione e soprattutto, frodi di carte di credito. Il gruppo è caratterizzato da una forte decentralizzazione, infatti è composto da una decina di brigate più o meno autonome tra di loro.

‘Ndrangheta (Italia) 

La 'Ndrangheta, criminalità organizzata nata in Calabria negli Anni Novanta dell’Ottocento ma che ormai ha legami molto solidi in tutta Italia, Germania, Albania, Paesi Bassi, Kosovo e Regno Unito in Europa, poi nel Nordafrica e Sudafrica, fino ad Argentina, Brasile, Bolivia, Colombia, Venezuela e Perù in Sudamerica, essendo alleata con numerosi cartelli latinoamericani. Ha saldi legami anche in  Nordamerica in Canada, Messico e Stati Uniti, per finire con l’Australia e la Nuova Zelanda. Nel corso del suo lungo operato, questa organizzazione si è macchiata di sfruttamento della prostituzione, racket, traffico di droga e armi, prestito di armi, gestione illecita dei rifiuti, riciclaggio di denaro, frode assicurativa, corruzione, estorsione, omicidio, corruzione politica, rapina.
Tra gli alleati, oltre ai già citati cartelli sudamericani dello spaccio, conta la camorra, la mafia siciliana, quella americana, albanese e russa. I clan della ‘Ndrangheta, nonostante facciano parte della stessa organizzazione criminale, si trovano spesso ad avere
violenti scontri interni.

Camorra (Italia) 

Le principali attività illecite sono basate su traffico internazionali di armi, racket, appalti, spaccio di droga, omicidi, usura e prostituzione, opera nella maggior parte delle Regioni Italiane (soprattutto Lombardia e Lazio) ma ormai il suo potere si è esteso in Spagna, USA, Germania, Paesi Bassi, Svizzera, Regno Unito, Marocco, Argentina, Uruguay e Brasile. Le sue origini napoletane risalgono al 19esimo secolo, quando nacque inizialmente come associazione di un gruppo di carcerati, che una volta usciti di prigione iniziarono a offrire servizi di protezione ai commercianti e agli abitanti dei quartieri, trovando spazio e tempo per proliferare. A differenza di altre organizzazioni criminali, però, non ha una struttura gerarchizzata e non c'è nessuno che sovrintenda ai vari gruppi.

Mafia (Italia) 

La Mafia è l’organizzazione criminale più antica d’Italia e tra le più antiche nel mondo ed è meglio conosciuta come Cosa nostra, così definita dagli affiliati e il cui nome venne reso noto pubblicamente dallo statunitense Joe Valachi. Originaria della Sicilia, la Mafia opera in tutta l’Italia, alcune nazioni dell’UE e, soprattutto, negli Stati Uniti D’America e le principali attività illecite sono traffico internazionale di armi e di droga, racket, appalti ed omicidi.

Commenti

Post popolari in questo blog

Sistemi di riconoscimento facciale, nuova moratoria, cosa cambia

Biometria: i lettori di impronta digitale sono veramente sicuri?

Videosorveglianza e privacy